L’Autodromo Nazionale Monza entra nel Metaverso

Il Tempio della Velocità sarà ricreato nella realtà virtuale nell’anno del suo centenario.

L’Autodromo Nazionale Monza è il primo circuito ad entrare nel Metaverso. Nell’anno del suo centenario, il Tempio della Velocità sarà infatti ricreato nell’universo virtuale e sarà così fruibile dai tifosi per assistere da remoto ad eventi, visitare la pista e le strutture riprodotte in tre dimensioni e partecipare a contest legati al motorsport.

L’annuncio è stato dato oggi da Alessandra Zinno, Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale Monza, al Giffoni Film Festival. Il lancio ufficiale del Monza Meta Circuit, la land del Circuito nel Metaverso, avverrà a settembre in occasione del Formula 1 Pirelli Gran Premio d’Italia 2022.

L’Autodromo potrà essere visitato gratuitamente dai tifosi nel Metaverso italiano The Nemesis. Attraverso il proprio computer o smartphone, gli utenti potranno scegliere un avatar ed accedere al mondo virtuale e interattivo, prendendo parte ad esperienze immersive e incontrando altri appassionati.

Nel corso di un panel al festival del cinema per ragazzi, Alessandra Zinno ha spiegato: «Lo scorso anno siamo stati i primi a lanciare gli NFT del Circuito e da settembre saremo presenti nel Metaverso, segnando ancora una volta un primato. Il Monza Meta Circuit fornirà nuove opportunità di interazione non solo con il pubblico, ma anche con clienti e sponsor».

«Alla realtà, uniremo le esperienze nel mondo virtuale che ci consentiranno di coinvolgere gli spettatori in eventi studiati appositamente per il Metaverso e fornire allo stesso tempo una nuova opportunità di visibilità per i brand. Nelle prossime settimane illustreremo tutte le possibilità che offriremo ai nostri appassionati», conclude.

Il Monza Meta Circuit sarà realizzato dalla start up italiana Rocket Dreamsattraverso Nfactory. La factory specializzata in prodotti per il Metaverso seguirà la progettazione degli ambienti virtuali e delle esperienze offerte agli utenti, supportata da Wheelz Magazine per la brand strategy. (d.c.)


Provincia MB e Autodromo Nazionale Monza insieme per promuovere la Brianza in occasione dei 20 anni di Ville Aperte in Brianza e dei 100 anni del Circuito

Durante il prossimo settembre saranno celebrati due anniversari importanti per la Brianza ed il suo territorio. In vista degli appuntamenti pre-autunnali in cui si festeggeranno i venti Anni di Ville Aperte in Brianza ed i 100 anni del Tempio della Velocità, Provincia MB ed Autodromo Nazionale Monza hanno siglato una convenzione per avviare la prima rete sinergica di comunicazione per valorizzare le eccellenze della Brianza promuovendo la cultura, il turismo attraverso eventi e pacchetti esperienziali.

In questo modo, Provincia ed Autodromo si propongo di promuovere una formula nuova di collaborazione unendo cultura e motori, due elementi che appaiono distanti e contrapposti ma che possono essere messi in dialogo per regalare emozioni, esperienze, creatività e trasmettere quello che viene definito “Italian style”. “Ville Aperte in Brianza è un format che è cresciuto nel tempo per fare conoscere il nostro patrimonio storico dimostrando che la cultura può essere davvero una leva di marketing per promuovere l’intero territorio e tutte le sue eccellenze.

L’Autodromo di Monza già da diverso tempo è inserito nel calendario delle visite guidate: quest’anno volevano dare alla nostra collaborazione una marcia in più, unendo le forze in occasione dei nostri rispettivi compleanni e dimostrare che mondi diversi possono dialogare e raccontare le eccellenze di una terra in cui c’è tanto da scoprire. ” – spiega il Presidente della Provincia MB Luca Santambrogio.

“La sinergia tra Autodromo e Provincia MB consentirà di unire le alte professionalità di due gruppi di lavoro al servizio della promozione del nostro territorio. Ville Aperte in Brianza consente ogni anno a decine di migliaia di persone di conoscere i beni più belli della Brianza, tra cui anche il nostro impianto. La forza comunicativa del Circuito permetterà ora di supportare e ampliare la notorietà dell’iniziativa, con l’obiettivo comune di rendere l’edizione dei vent’anni di Ville Aperte, in occasione del centenario dell’Autodromo, la più partecipata finora.” – spiega il Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale Monza Alessandra Zinno.

L’autodromo Nazionale Monza partecipa già da diversi anni a Ville Aperte in Brianza e anche in occasione dei due anniversari, proporrà visite guidate nei luoghi esclusivi del Circuito tramite un percorso che attraversa la storia del luogo, oltre agli ambienti e al backstage del Formula 1 Gran Premio d’Italia e di tutti gli altri eventi motoristici che si tengono all’interno del circuito monzese. Oltre al confermato programma di visite guidate, attraverso la Convenzione, Provincia ed Autodromo si sono impegnati ad instaurare un rapporto sinergico di collaborazione nella promozione delle attività previste nei Piani di comunicazione elaborati per celebrare i rispettivi anniversari con l’obiettivo di aumentare l’ audience di visitatori e offrire una valida e attrattiva offerta turistico-culturale sul territorio.


Monza Power Run, una corsa benefica nel Tempio della Velocità

600 iscritti per una prova amatoriale a ostacoli all’Autodromo Nazionale Monza. Il ricavato sarà devoluto interamente per sostenere la lotta alle leucemie.

Continuano gli appuntamenti solidali all’Autodromo Nazionale Monza. Dopo la Marcia LILT e l'Handcycling GP Monza del giugno scorso, domani, sabato 23 luglio, il Tempio della Velocità accoglierà infatti i partecipanti della Monza Power Run, una corsa benefica e non competitiva il cui ricavato verrà devoluto nella sua interezza a sostegno della lotta alle leucemie. L’evento è organizzato dall’Associazione LELE Forever ODV, che da oltre 20 anni supporta con questo obiettivo i progetti del reparto di Ematologia Adulti dell’Ospedale S. Gerardo di Monza.

I 600 iscritti, che durante la prova dovranno cimentarsi nel superamento di ostacoli scenografici, arrampicate, salti e guadi, dopo la partenza alle 18 a Villasanta faranno tappa in Autodromo per la più intensa delle due giornate, quella in cui dovranno affrontare una corsa di 12 Km. Giunti in Circuito, percorreranno brevi tratti di pista, transiteranno sulle storiche Sopraelevate e su terreni più insidiosi, come le vie di fuga del tracciato e le aree parcheggio.

L’evento, che proseguirà anche nella giornata di domenica 24 luglio con la Monza Sprint Run di 6 Km tra Villasanta e il Parco di Monza, è aperto a tutti, anche senza essere in possesso di certificato medico e con il solo requisito di aver compiuto 18 anni. È possibile inoltre partecipare individualmente o insieme alla propria squadra, composta da almeno 4 concorrenti, con una donazione minima di 43 euro per la 12 km e di 26 euro per la 6 km, e seguendo tutte le procedure si iscrizione specificate sul sito www.monzapowerrun.it. (f.m)


ITA AIRWAYS TITLE SPONSOR DEL CENTENARIO DELL’AUTODROMO NAZIONALE MONZA

ITA Airways sarà Title Sponsor del Centenario dell’Autodromo Nazionale di Monza. Il senso di questa importante partnership è stato illustrato questa mattina, presso la lounge di ITA Airways, Piazza di Spagna, al Terminal E dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, in una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il Presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente Esecutivo di ITA Airways, Alfredo Altavilla, l’incontro con i media è stato preceduto dallo svelamento del primo velivolo ITA Airways con il logo per le Celebrazioni del 100° di Monza, un Airbus A330 nuova livrea azzurra dedicato a Tazio Nuvolari, il “Mantovano volante”, universalmente considerato uno dei più grandi piloti di tutti i tempi.

Conosciuto in tutto il mondo come “Il Tempio della velocità”, l’Autodromo Monza è il secondo impianto più antico al mondo ancora in funzione - l’unico nel quale si disputino ancora gare di Formula1 – ed è considerato il tracciato più veloce, oltre che uno dei più
spettacolari e sfidanti, dell’intero Mondiale.

Per celebrare questo incredibile secolo di grande sport, tre aerei con nuova livrea azzurra della flotta ITA Airways vestiranno il Logo delle Celebrazioni dell’Autodromo: oltre all’Airbus A330 dedicato a Tazio Nuvolari, in flotta altri due Airbus A319 che portano il nome di Alberto Ascari, due volte Campione del Mondo di Formula 1 (1952 e ‘53, entrambi su Ferrari), Michele Alboreto (vice-campione mondiale di F1 nel 1985, su Ferrari).

La grande novità di ITA Airways sarà inoltre quella di dedicare l’Ammiraglia della sua flotta, ovvero il nuovo Airbus A350, livrea azzurra al mito Enzo Ferrari – “il Drake” - leggendario fondatore e della scuderia omonima, la più titolata nella storia della Formula 1, con 31 titoli mondiali (16 Costruttori, 15 Piloti). E’ la prima volta in assoluto che l’uomo che ha cambiato la storia dell’automobilismo mondiale ha un aereo con il suo nome, e solo ITA lo poteva fare. Un ringraziamento particolare all’ingegnere Piero Ferrari e al management Ferrari che hanno permesso che questo accadesse.

L’airbus A350 della flotta ITA Airways rappresenta la massima espressione della tecnologia, della sostenibilità e dell’innovazione. È la prima volta che la Compagnia di Bandiera ha in flotta questo aeromobile, per di più in ben 6 unità. Il nome Enzo Ferrari sarà scritto su sfondo rosso, anche questa un’unicità, perché rosso e Ferrari sono una cosa unica, al pari di ITA Airways e l’azzurro, come esclusivo è questo dettaglio di colore rosso tra tutti gli aerei della flotta. Il Connubio tra Enzo Ferrari e ITA Airways è naturale: come Ferrari ha innovato le corse, ITA Airways vuole essere pioniere dell’innovazione nel trasporto aereo. E oggi ACI e l’Autodromo Nazionale di Monza, con la presenza del Coni, hanno dato la possibilità di rendere concreto questo legame. I quattro aerei in livrea azzurra di ITA Airways con il logo celebrativo dell’autodromo di Monza rientrano nella strategia della Società di essere al fianco dello sport. L’aereo “Enzo Ferrari” sarà l’ambasciatore nel mondo delle eccellenze del nostro Paese, ed il suo primo volo sarà speciale. Infatti, al prossimo Gran Premio di Monza di settembre sorvolerà il circuito di Monza e saluterà la griglia di partenza. Sarà un momento unico e sarà un’occasione di grande visibilità dell’Italia a livello mondiale. Inoltre, proprio questo volo sarà alimentato con il SAF, il jet fuel più ecologico al mondo, perché innovazione e sostenibilità vanno di pari passo.

“Con imprese sportive straordinarie, che sono entrate nel mito – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’Automobile Club d’Italia, la Federazione Italiana dello Sport Automobilistico - Nuvolari, Ascari, Alboreto e, naturalmente, Ferrari, hanno fatto volare e incontrare generazioni di appassionati e tifosi del motorsport di ogni parte del mondo. Ed è proprio questo gemellaggio ideale tra emozioni - quelle dell’automobilismo sportivo e quelle del volo - unitamente alla condivisione di valori fondamentali, comuni allo sport e all’aviazione -massima professionalità, forte competitività, continua innovazione tecnologica, grande attenzione al futuro sostenibile - l’idea alla base di questa importante partnership tra ACI e ITA Airways”.

“Quest’anno – ha concluso Sticchi Damiani – i nostri piloti voleranno insieme: l’augurio di tutti noi è quello che riescano a condurre ITA Airways e il Circuito Nazionale di Monza verso un futuro sempre più luminoso e fortunato”.

"Siamo fieri – ha dichiarato Giovanni Malagò, Presidente del CONI - che l’ACI, attraverso questa prestigiosa partnership, rinsaldi il legame del nostro movimento con ITA Airways. La celebrazione del Centenario dell’Autodromo di Monza e l’attribuzione del naming di quattro aerei a figure e interpreti intramontabili, capaci di imprese leggendarie, esalta l’importanza della storia dell’automobilismo e la fondamentale attività promossa dalla Federazione per il suo sviluppo. La compagnia di bandiera – ha aggiunto Malagò - riconosce, una volta di più, il valore dello sport italiano come espressione dell’eccellenza del Paese, facendolo volare nel mondo nel segno dell’orgoglio collettivo. Una sinergia vincente per arrivare sempre più lontano, sempre più in alto”.

“Monza è il Gran Premio d’Italia e non poteva non esserci la Compagnia di Bandiera, con ACI è una partnership naturale, siamo entrambi ambasciatori della migliore Italia nel mondo.” Ha dichiarato Alfredo Altavilla, Presidente Esecutivo di ITA Airways. “A maggior ragione per l’anniversario del centenario del circuito. È la prima volta che la Compagnia di Bandiera è presente al Gran Premio d’Italia e questa partnership, grazie ad ACI, rafforza il connubio tra ITA Airways e lo sport. Dopo gli aerei intitolati a diversi sportivi, ecco quelli dedicati a quattro figure che hanno scritto la storia dell’automobilismo italiano, con l’esclusivo aereo intitolato ad Enzo Ferrari. Come lui ha innovato le corse, noi vogliamo essere pionieri dell’innovazione nel trasporto aereo. Con convinzione e determinazione stiamo cambiando dei paradigmi da tempo consolidati nel settore, perché sappiamo che le più grandi opportunità arrivano proprio dalla discontinuità che dobbiamo essere capaci di sfruttare al meglio. Ed è quello che stiamo facendo".

“Quando abbiamo lanciato il logo del Centenario alla Expo di Dubai – ha sottolineato Ludovico Fois, Responsabile comunicazione e Consigliere per le relazioni esterne e istituzionali di ACI - ci siamo dati l'obiettivo di dare grande risalto internazionale alla storia del Circuito e, soprattutto, al suo futuro. La scelta di ITA Airways come Title Sponsor del Centenario è un fondamentale tassello di questo percorso, reso possibile dalla presenza di valori condivisi forti e dalla voglia di trasmettere la passione per lo sport e l’energia italiana nel mondo. Il claim scelto - “Quest’anno, i nostri piloti voleranno insieme” - incarna perfettamente questo connubio ideale, unendo i nostri due mondi in una emozionante narrazione comune.


Vaxiviere-Lapierre-Negrão vincono la WEC 6 Ore di Monza 2022

I tre piloti di Alpine giocano una gara d’attacco, approfittano dei problemi di Glickenhaus e superano entrambe le Toyota, che completano il podio assoluto. Splendido secondo posto per le Iron Dames in LMGTE Am.

Matthieu Vaxiviere, Nicolas Lapierre e André Negrão trionfano nella seconda edizione della 6 Ore di Monza del World Endurance Championship, regalando ad Alpine ELF Team una vittoria preziosa in chiave campionato. La gara si decide dopo una lotta entusiasmante con entrambe le Toyota e tre vetture a giocarsi la vittoria fino alla fine, tra sorpassi, controsorpassi e giochi di strategia. L’esito della corsa sembrava già scritto dopo le prime tre ore, quando la Glickenhaus di Olivier Pla, Romain Dumas e Luis Felipe Derani, dominante in qualifica al sabato, aveva un vantaggio di quasi un minuto su tutti i rivali ed era in totale controllo. Ma prima un drive through e poi un problema al turbo costringono i piloti della Glickenhaus 007 LMH ad abbandonare anzitempo la corsa, aprendo le danze a una lotta serrata per la conquista del gradino più alto del podio.

I tre driver di Alpine hanno avuto il merito di disputare una gara sempre all’attacco, nella quale sono stati spesso costretti a inseguire le due vetture della scuderia giapponese, senza però mai mollarne gli scarichi. Gli episodi decisivi si sono verificati nell’ultimo terzo di corsa, quando Vaxiviere ha dato prova della sua forza sorpassando prima la vettura #8 di Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Ryo Hirakawa, che hanno chiuso la 6 Ore al secondo posto assoluto dopo un tentativo di rimonta sui vincitori nel finale, e poi Kamui Kobayashi, al volante dell’altra Toyota GR010 – Hybrid insieme a Mike Conway e Jose Maria Lopez. In questo secondo sorpasso, c’è stato un contatto tra Vaxiviere e Kobayashi, con il pilota nipponico che si è visto obbligato a una sosta ai box per una foratura. La Toyota #7 ha finito così al terzo posto.

Esordio amaro invece per Peugeot nel primo vero banco di prova in una competizione per le due Hypercar 9x8 che la scuderia francese presentava nel Tempio della Velocità. Dopo aver riscontrato problemi tecnici già in qualifica, conclusa al terzultimo posto della griglia, la #93 di Paul Di Resta, Mikkel Jensen e Jean-Eric Vergne si è inchiodata all’ingresso della pitlane dopo pochi minuti ed è stata costretta al ritiro. Stessa sorte anche per i compagni di squadra Loic Duval, Gustavo Menezes e James Rossiter, che sono perlomeno riusciti a percorrere oltre tre ore e mezza di gara e a fornire qualche dato cronometrico al team per i prossimi appuntamenti, pur senza mai riuscire a tenere il ritmo dei primi.

Risultato per nulla scontato anche tra le LMP2, classe nella quale diversi team hanno preso la leadership in più momenti di gara. Alla fine a tagliare il traguardo davanti a tutti sono stati Rui Andrade, Norman Nato e Ferdinand Habsburg sulla loro Oreca 07 – Gibson di Realteam by WRT. Hanno provato a togliergli il primo posto Roberto Gonzalez, Antonio Felix da Costa e William Stevens (Jota), leader della classifica piloti e che hanno comunque disputato una gara straordinaria, rimontando dalla 38esima e ultima posizione della griglia di partenza e arrivando a un passo dal successo di categoria. Vector Sport si è invece aggiudicato l’ultimo posto sul podio di classe con la vettura #10 di Nico Müller, Ryan Cullen e Sebastien Bourdais.

Si è risolta solo a due minuti dalla fine anche la disputa tra le LMGTE Pro, e non è stato un finale piacevole per la Ferrari 488 GTE Evo di Antonio Fuoco e Miguel Molina. Leader fino a quel momento, quando mancavano solamente pochi km alla bandiera a scacchi, i due sono stati obbligati a un ulteriore rifornimento in pit lane per un errore del team, che non aveva ben calcolato la quantità di carburante necessario per arrivare al traguardo. A festeggiare è Corvette Racing, con la Chevrolet Corvette C8.R del duo anglo-americano formato da Nick Tandy e Tommy Milner, che si vedono servito su un piatto d’argento un successo insperato. Terzo posto per l’altra Ferrari in gara nella categoria, quella di Alessandro Pier Guidi e James Calado, in lotta per la vittoria tanto quanto i compagni di scuderia dopo essere partiti davanti a tutti nella loro classe, ma anch’essi penalizzati da un errore al muretto che gli è costato una penalità.

Alle Iron Dames non è bastata invece una prestazione superlativa sia in qualifica che in gara per spuntarla su tutti i competitor nella classe LMGTE Am. Dopo una sorprendente pole di Sarah Bovy e un primo posto confermato per un’ampia fetta di gara anche da Rahel Frey e Michelle Gatting, le ragazze al volante della Ferrari 488 GTE Evo si sono viste soffiare uno storico trionfo a Monza dalla Porsche 911 RSR – 19 di Dempsey-Proton Racing, guidata da Christian Ried e dai britannici Sebastian Priaulx e Harry Tincknell. Cruciale una sosta ai box più lunga del previsto per le Dames, che hanno provato a ricucire lo strappo nel finale senza esito e finendo seconde. Dietro di loro si sono posizionati Mikkel Pedersen, Nicolas Leutwiler e l’italiano Matteo Cairoli, su un’altra delle cinque Porsche in gara.

Per il Tempio della Velocità è stato un weekend mozzafiato non solo in pista ma anche a corredo della gara, grazie alle tante attivazioni organizzate per il pubblico che ha seguito l’evento dal vivo. Un’ottima affluenza di appassionati ha interessato gli spalti, con i tifosi in tribuna centrale spettatori privilegiati delle performance musicali pre-race dell’Orchestra Italiana Bagutti, che ha intonato l’inno italiano poco prima del via della corsa. I tifosi si sono intrattenuti anche nella Fan Area preparata per la gara, con la presenza della famosa presentatrice televisiva Diletta Leotta e le attivazioni di Radio 105, che hanno contribuito a dare ancor più colore alla tre giorni.

Dopo aver ospitato il Campionato del Mondo Endurance, che ha visto anche il mitico dirigibile Goodyear tornare a sorvolare i cieli brianzoli esattamente come lo scorso anno, l’Autodromo Nazionale Monza si prepara per l’evento sportivo più importante dell’anno. Tra il 9 e l’11 settembre sarà infatti tempo per il Formula 1 Pirelli Gran Premio d’Italia 2022, con la Ferrari che, dopo la vittoria odierna al Red Bull Ring, spera di ottenere un successo anche nel Tempio della Velocità davanti alla marea rossa che finalmente tornerà a invadere il Circuito monzese. (f.m)


WEC 6 Ore di Monza, 38 vetture in pista nel Tempio della Velocità per il Mondiale Endurance

Hypercar, LMP2, LMGTE Pro e Am saranno al via della seconda gara di durata in pochi giorni all’Autodromo Nazionale Monza. In griglia anche le due Hypercar Peugeot 9x8, esordienti in una competizione ufficiale.

38 vetture di 27 team diversi, per un totale di 109 piloti in gara. È questo il parterre con il quale il World Endurance Championship, giunto alla sua decima stagione, sbarca in Italia per la 6 Ore di Monza, nuovo appuntamento con una gara di durata per il Tempio della Velocità in un back to back di due settimane consecutive con la European Le Mans Series.

Tra venerdì 8 e domenica 10 luglio, Hypercar, LMP2 e LMGTE sono pronte a rombare sui rettilinei e tra i cordoli del Circuito brianzolo, per offrire un grande spettacolo al pubblico presente sugli spalti e per rendere nuovamente l’Autodromo la culla dell’endurance internazionale, dopo l’esordio del Mondiale in Italia lo scorso anno con la gara di Monza.

Nella entry list della corsa spiccano Toyota, Alpine, Glickenhaus e Peugeot che schierano sul tracciato le velocissime Hypercar e che si contenderanno il podio assoluto. Toyota arriva all’appuntamento da leader nella classifica iridata dei team, dopo aver conquistato le prime due posizioni nella 24 Ore di Le Mans che ha preceduto il round italiano. Il trio Conway-Kobayashi-Lopez del marchio giapponese ha inoltre vinto la 6 Ore di Monza della passata stagione.

La casa giapponese è inseguita nella graduatoria generale, a 22 punti di distanza, da Alpine ELF Team che, nonostante la défaillance sul Circuito de la Sarthe, comanda invece la classifica piloti con la A480 – Gibson #36 guidata da André Negrão, Nicolas Lapierre e Matthieu Vaxiviére, trionfatori nella 1000 Miglia di Sebring di inizio stagione e secondi nella 6 Ore di Spa-Francorchamps di maggio.

Le due scuderie se la dovranno vedere con altri tre equipaggi molto quotati per il primo posto finale. Olivier Pla, Romain Dumas e Luis Felipe Derani saranno alla guida dell’unica vettura di Glickenhaus Racing, con una livrea celeste completamente rinnovata. C’è grande attesa per l’esordio, proprio questo fine settimana, delle due Hypercar Peugeot 9x8 di Peugeot TotalEnergies. Una delle due presenterà al volante, insieme al danese Mikkel Jensen, i due ex piloti di Formula 1 Paul Di Resta e Jean-Eric Vergne, mentre l’altra sarà condivisa da Loic Duval, Gustavo Menezes e James Rossiter.

Tra i 14 prototipi LMP2 che vedranno sventolare domenica la bandiera verde sarà lotta serrata tra diversi team, con una classifica attualmente molto corta e con Jota, United Autosports USA, Prema Orlen Team e WRT racchiusi in soli 24 punti. Antonio Felix da Costa, Roberto Gonzalez e William Stevens (Jota), al primo posto tra i driver, dovranno essere bravi a gestire un distacco di 11 lunghezze su Joshua Pierson e Olivier Jarvis (United Autosports USA), che guideranno la loro Oreca 07 – Gibson insieme ad Alexander Lynn.

Per la classe LMGTE Pro, si contenderanno il successo di categoria in pista 5 vetture, di cui 2 Porsche 911 RSR -19, una Chevrolet Corvette C8.R e due auto del Cavallino Rampante, le Ferrari 488 GTE Evo condotte rispettivamente dalle coppie Alessandro Pier Guidi – James Calado e Miguel Molina – Antonio Fuoco. Il team italiano corre a Monza consapevole di dover recuperare 26 punti su Porsche, che è attualmente in testa alla classifica costruttori con 165 punti, contro i 139 di Ferrari.

Per finire, faranno parte della mischia anche 13 LMGTE Am, tra le quali due Aston Martin Vantage AMR che stanno lottando per il titolo di classe. Ben Keating e Marco Sorensen (TF Sport) tenteranno di ripetere il successo ottenuto a Le Mans e di allungare in classifica, ben supportati dal terzo driver presente alla 6 Ore di Monza sulla vettura #33, Henrique Chaves. Cercheranno di contrastarli Paul Dalla Lana, David Pittard e Nicki Thiim, attualmente a 8 punti dal vertice della graduatoria di categoria e schierati a Monza per il team Northwest AMR.

Da segnalare la nutrita presenza, soprattutto tra le LMGTE Pro e Am, di driver italiani che verranno certamente supportati dal tifo del pubblico presente sugli spalti. Oltre ai già menzionati Pier Guidi e Fuoco, a tenere alta la bandiera italiana ci penserà Gianmaria Bruni su Porsche tra le GTE Pro. Al via per le LMGTE Am, insieme all’equipaggio tutto tricolore di Iron Lynx Claudio Schiavoni - Matteo Cressoni - Giancarlo Fisichella su Ferrari 488, ci sono Matteo Cairoli e Riccardo Pera al volante delle Porsche 911 e Francesco Castellacci sempre su 488. Da evidenziare tra le rosse del Cavallino la presenza del team femminile Iron Dames, composto da Rahel Frey, Michelle Gatting e Sarah Bovy.

Il programma in pista della 6 Ore di Monza prevede tre sessioni di prove libere, di cui le prime due di 90 minuti rispettivamente alle 15:30 di venerdì e alle 9 del giorno successivo. Sempre il sabato si disputerà anche la terza, di un’ora esatta, a partire dalle 13:30. Per decidere la griglia di partenza, si svolgeranno invece due manche di qualifica, una dedicata alle LMGTE alle 17:30, e l’altra per le LMP2 e le Hypercar subito dopo, alle 17:50.

La 6 Ore sarà il piatto forte della domenica, con lo start alle 12 che sarà preceduto dall’apertura della pitlane per il pubblico dalle 9:20 con una sessione di autografi. Il timetable completo e tutte le altre attività di intrattenimento per i tifosi durante l’evento sono disponibili sulla pagina dedicata WEC - FIA World Endurance Championship 6 Ore di Monza dove è possibile anche acquistare i biglietti per l’evento. (f.m.)


WEC 6 Ore di Monza, pronto il debutto della nuova Peugeot 9x8

Il Campionato del Mondo Endurance corre domenica all’Autodromo Nazionale Monza. Paddock e pitlane aperti ai tifosi, con attività di intrattenimento nella Fan Area per adulti e bambini. Diletta Leotta darà il via alla gara.

Mancano pochi giorni al secondo fine settimana dedicato alle gare di durata all’Autodromo Nazionale Monza. Dopo aver archiviato il weekend della European Le Mans Series, il Tempio della Velocità si prepara ad accogliere i team del World Endurance Championship che correranno domenica 10 luglio la 6 Ore di Monza.

La tappa italiana del Campionato del Mondo Endurance arriva ad un mese di distanza dalla 24 Ore di Le Mans dove Toyota ha segnato una doppietta a podio con gli equipaggi formati da Buemi-Hartley-Hirakawa e Conway-Kobayashi-Lopez. Il costruttore giapponese dovrà però vedersela a Monza con un nuovo e temibile avversario.

Proprio nel round italiano del WEC debutterà infatti la nuova e attesa Hypercar Peugeot 9X8 che si aggiungerà alle due Toyota GR10 – Hybrid, alla Alpine A480 – Gibson e alla Glickenhaus 007 LMH già in lotta per il titolo nella classe regina.

Il veloce circuito monzese sarà dunque il rinomato palcoscenico su cui i fan di tutto il mondo vedranno per la prima volta in azione il prototipo della Casa del Leone, proprio come successe esattamente quindici anni fa.

La Peugeot 908 HDi Fap, che segnò il rientro del brand francese nelle gare endurance dopo i primi anni Novanta, debuttò infatti alla 1000 KM di Monza del 2007. La LMP1 coupé alimentata da un V12 diesel consegnò la vittoria nelle mani dell’equipaggio composta da Nicolas Minassian e Marc Gené.

Alla WEC 6 Ore di Monza 2022 scenderanno in pista la nuova Hypercar Peugeot #93 guidata da Paul Di Resta, Mikkel Jensen e Jean-Eric Vergne e la #94 di Loic Duval, Gustavo Menezes e James Rossiter, dopo sei intensi mesi di test in pista in tutta Europa.

Vergne spiega: «Amo Monza, dove ho già corso molte volte. È davvero il Tempio della Velocità e credo che sia una pista ideale per iniziare il nostro programma WEC. Arriviamo con molta umiltà, con il desiderio di fare bene, grazie a tutto il lavoro svolto in precedenza».

Rossiter conclude: «Monza è un circuito che occupa un posto speciale nella mia carriera perché ho potuto guidarvi in Formula 1. Adoro il suo tracciato classico, la velocità pura che Monza offre. Poter iniziare in questo luogo straordinario con la 9X8 sarà, a mio avviso, incredibile».

Il pubblico dovrà aspettarsi un’accesa competizione in pista con le sei Hypercar presenti, insieme alle 14 LMP2 e 18 LMGTE, per un totale di 38 vetture in gara. Lo start della WEC 6 Ore di Monza è in programma domenica 10 luglio a mezzogiorno.

Nella stessa giornata è prevista una sessione di autografi con tutti gli equipaggi, tra cui 11 piloti italiani, nella pitlane che sarà pertanto aperta agli spettatori per un’ora a partire dalle 9:20. Ci si potrà così avvicinare ai box e ammirare da vicino prototipi e auto che, poche ore dopo, correranno tra i cordoli monzesi.

Anche il paddock, affollato di motorhome e addetti ai lavori, sarà accessibile al pubblico con lo speciale biglietto VIP Paddock da acquistare in abbinamento al biglietto d’ingresso in circuito, con cui è possibile salire su tutte le tribune aperte.

Ad intrattenere gli spettatori non saranno però solo le attività di pista. Nell’area retrostante le tribune Garden sarà aperta da venerdì a domenica la Fan Area. All’interno, il villaggio WEC con le attività per bambini e adulti, gli stand con la distribuzione di gadget, i corner per l’acquisto dell’abbigliamento ufficiale del campionato e dell’Autodromo e i food truck.

Il sottofondo musicale della Fan Area sarà affidato a Radio 105 con un DJ set nella giornata di domenica quando sarà presente anche la conduttrice Diletta Leotta che incontrerà i suoi fan e offrirà ad alcuni fortunati, la possibilità di accompagnarla sulla griglia di partenza.

Prima del via, sul rettifilo, suonerà inoltre l’Orchestra Italiana Bagutti con otto musicisti e tre cantanti che accompagneranno le fasi preparatorie prima dello spegnimento dei semafori con un repertorio contemporaneo ad alta energia che entusiasmerà le tribune e, infine, il tradizionale Inno di Mameli.

Venerdì l’ingresso in Autodromo è gratuito, con il solo pagamento del parcheggio interno per l’auto, mentre sabato, giorno di qualifiche, e domenica sarà necessario acquistare il biglietto d’ingresso, prenotandolo in anticipo dal sito www.monzanet.it oppure telefonando al numero verde 800-905450. Il programma sportivo completo e maggiori informazioni sulle modalità di accesso sono disponibili sul sito ufficiale dell’Autodromo Nazionale Monza. (d.c.)


IDEC Sport si aggiudica la ELMS 4 Ore di Monza

Lafargue-Chatin-Pilet recuperano dalla nona piazza e battono sia Panis Racing che Prema. Iron Lynx con Schiavoni-Cressoni-Rigon porta la bandiera italiana sul primo gradino del podio delle LMGTE.

Il terzo round della European Le Mans Series non disattende le aspettative e regala emozioni e grandi sorprese all’Autodromo Nazionale Monza. La ELMS 4 Ore di Monza inaugura due fine settimana di gare endurance nel Tempio della Velocità che culmineranno il prossimo weekend con la WEC 6 Ore di Monza.

Oggi, dopo quattro imprevedibili ore ricche di ribaltoni e cambi in vetta alla classifica, i francesi Paul Lafargue, Paul Loup Chatin e Patrick Pilet dimostrano di essere superiori agli avversari sulla loro Oreca 07 - Gibson #28 e trionfano meritatamente a Monza.

Partiti dalla nona posizione, i tre piloti del team IDEC Sport impongono un ritmo insostenibile per tutti i competitor, sorpassando in pista anche il prototipo #9 di Prema Racing guidato da Louis Deletraz, Ferdinand Habsburg e Lorenzo Colombo, che arrivava sul Circuito brianzolo con i favori del pronostico dopo aver monopolizzato le prime due corse stagionali.

Più forti di una penalità di 20 secondi per non aver rallentato a sufficienza in regime di Full Course Yellow, i tre vincitori si mettono alle spalle non solo il trio di Prema, che alla fine taglia il traguardo in terza posizione, ma anche il team Panis Racing, vicino a bissare la vittoria ottenuta nella 4 Ore di Monza del 2021 grazie a una solida performance di Julien Canal, Job Van Uitert e Nicolas Jamin. Questi ultimi si devono però accontentare del secondo posto finale, pur avendo comandato a sprazzi la corsa.

Una sorte molto simile tocca anche ai più veloci al sabato tra le LMP3. Malthe Jakobsen, Michael Benham e Maurice Smith di Cool Racing rifilano infatti 8 decimi a tutti sul giro veloce ma sono costretti al ritiro per un incidente in gara. Nicolas Pino, Charles Crews e Guilherme Oliveira (Inter Europol Competition), partiti dalla seconda piazza, arrivano primi nella classe, imponendosi rispettivamente su Terrence Woodward, Ross Kaiser e Mark Richards (360 Racing) e sul duo Max Koebolt e Matthew R. Bell (Eurointernational). Tutti gli equipaggi a podio correvano su Ligier JS P320 - Nissan.

È tutta italiana invece la vittoria tra LMGTE. La Ferrari F488 GTE EVO con al volante Claudio Schiavoni, Matteo Cressoni e Davide Rigon adotta una strategia aggressiva. Con una sosta in meno degli avversari di categoria, il team Iron Lynx sorprende la Porsche 911 RSR – 19 di Christian Ried, Lorenzo Ferrari e Gianmaria Bruni (Proton Competition), seconda allo sventolamento della bandiera a scacchi dopo una corsa gestita in testa per le prime tre ore. Il gradino più basso del podio va a un’altra Ferrari F488 GTE EVO, la #57 del team Kessel Racing condotta dal giapponese Takeshi Kimura e dai danesi Frederik Schandorff e Mikkel Jensen.

L’appuntamento monzese con la Michelin Le Mans Cup ha regalato diversi colpi di scena tra lotte serrate in pista, safety car e Full Course Yellow, che hanno reso imprevedibile il risultato finale. Al termine dei 110 minuti di corsa a esultare sono stati Alexander Mattschull e Tom Dillman del team Racing Spirit of Leman che hanno gestito al meglio i momenti topici della corsa e sono saliti sul gradino più alto del podio dopo aver rimontato dalla sesta piazza iniziale. Con questo risultato, il duo franco-tedesco ha aumentato il proprio gap sugli avversari nella classifica del Campionato. È rimasta invece invariata la posizione del prototipo n. 29 guidato da Louis Rousset e Jérome de Sadeleer (MV2S Forestier Racing), partito e arrivato al secondo posto. A completare il podio delle LMP3 ci ha pensato ancora Racing Spirit of Leman, che ha concluso un fine settimana proficuo per il team con il terzo posto ottenuto da Josh Skelton e Jacques Wolff.

Risultato sorprendente anche tra le GT3, con la Honda NSX #88 (GMB Motorsport) guidata da Lars e Mikkel Pedersen che ha rimontato dall’ultima casella della griglia fino a vincere la gara di classe, compiendo una vera e propria impresa. La coppia danese è addirittura riuscita a distanziare tutti gli avversari di oltre un minuto, precedendo nell’ordine i compagni di squadra Kristian Poulsen e Kasper Jensen sulla Honda NSX n°55 e la Aston Martin Vantage GT3 del team Bullitt Racing con Stephen Pattrick e Valentin Hasse-Clot.

Gillian Henrion ha confermato la sua leadership nella classifica assoluta della Ligier European Series ottenendo una doppia vittoria nelle corse disputate a Monza. Dopo essere scattato dalla pole position in entrambi gli appuntamenti, il francese del team Virage ha battuto la concorrenza mettendosi alle spalle in gara-1 Natan Bihel (M Racing), secondo, e Andrei Vajda (Smart Driving), terzo. In gara-2, dietro a Henrion, hanno concluso Alexandru Mirea e Bihel.

I piloti della Mitjet Italia si sono dati battaglia per ben quattro volte nel Tempio della Velocità, con due corse di 20 minuti il sabato e due la domenica. Tripletta per il team Scionti Racing in gara-1, che ha visto Pier Andrea Demarco tagliare il traguardo prima dei suoi compagni di scuderia Federico Scionti e Matteo Desideri.

Nella seconda competizione Demarco si è invece visto soffiare la vittoria di poco più di un decimo da Povilas Jankavicius (Arctic Energy), chiudendo secondo davanti a Kevin Caprasse (DNS Racing). Quest’ultimo ha vinto invece di soli 11 millesimi gara-3, disputata la domenica mattina, dopo un duello strenuo con Jankavicius. Terzo posto per Desideri, così come in gara-4, che ha messo fine alle battaglie in pista del fine settimana brianzolo e ha determinato un’altra vittoria di Demarco, questa volta su Jankavicius.

Grande partecipazione domenica per la sessione autografi dei piloti e l’apertura al pubblico della griglia di partenza. Lo show è stato arricchito dalla performance del biker di moto trial Julien Perret, conosciuto per la sua partecipazione a Italia’s Got Talent, e dall’Inno italiano cantato da Carola Campagna, giovane artista di All Together Now. A sventolare la bandiera verde della partenza e la chequered flag finale è invece stato lo youtuber Davide Cironi.

Nel Tempio della Velocità si torna già in pista tra pochi giorni con la 6 ore di Monza del World Endurance Championship. Un altro appuntamento prestigioso con una gara di durata dunque per il Circuito brianzolo. La serie mondiale, tra venerdì 8 e domenica 10 luglio, vedrà sulla griglia di partenza 38 vetture, con il tanto atteso esordio della Peugeot 9x8, che si unirà alle altre Hypercar al via. La presenza al via di Diletta Leotta e l’animazione di Radio 105 contribuiranno domenica a rendere indimenticabile l'evento per il pubblico. (f.m.)


La ELMS 4 Ore di Monza apre due fine settimana di gare Endurance nel Tempio della Velocità

Quarantadue equipaggi al via per il campionato europeo, con una rappresentanza italiana di 12 piloti sulla griglia di partenza. In pista anche le vetture di Ligier European Series, Mitjet Italia e Michelin Le Mans Cup.

La European Le Mans Series apre ufficialmente le due settimane dedicate alle gare di durata all’Autodromo Nazionale Monza. Da venerdì 1 a domenica 3 luglio i piloti del campionato europeo scalderanno il pubblico del Tempio della Velocità con la ELMS 4 Ore di Monza, terzo appuntamento stagionale della serie. L’evento anticipa il round del World Endurance Championship che si disputerà invece dall’8 al 10 luglio con la WEC 6 Ore di Monza. Un inizio mese dunque imperdibile per gli appassionati dell’Endurance.

Allo start della 4 Hours of Monza, il prossimo weekend, ci saranno 28 team per un totale di ben 42 equipaggi, suddivisi nelle classi LMP2, LMP3 e LMGTE. Oltre all’ELMS, scenderanno in pista tre serie di supporto: Michelin Le Mans Cup, Ligier European Series e Mitjet Italia. Saranno quindi in totale 8 le gare che i tifosi potranno seguire dalle tribune tra venerdì 1 e domenica 3 luglio.

In vetta alla classifica assoluta e a quella delle LMP2 c’è il team italiano Prema Racing, che ha ottenuto la vittoria in entrambe le gare fin qui disputate in stagione. Dopo i successi a Le Castellet e Imola, Louis Deletraz, Ferdinand Habsburg e il pilota di casa Lorenzo Colombo cercheranno di ripetersi anche a Monza e di centrare il tris, provando a battere un’agguerrita concorrenza.

Il trio al comando della graduatoria dovrà vedersela con le altre 16 vetture in partenza nella LMP2, tra cui spicca la presenza del team Panis Racing, già trionfatore sul tracciato brianzolo nel 2021 e che presenterà a Monza una formazione invariata rispetto ai due appuntamenti precedenti con Julien Canal, Nicolas Jamin e Job Van Uitert.

Nella classe LMP3, che vede la partecipazione di 13 vetture, Malthe Jakobsen, Maurice Smith e Michael Benham arrivano a Monza con 11 punti di vantaggio sui primi inseguitori. I tre alla guida della Ligier JS P320 – Nissan del team Cool Racing precedono attualmente nella classifica di categoria il team United Autosports, che si presenta alla tappa brianzola con due equipaggi in griglia di partenza.

Ancora più serrata la lotta per la prima posizione nella classe LMGTE, dove attualmente tre vetture si trovano appaiate a 26 punti. Tra queste, c’è anche una delle sette Ferrari in corsa per il Campionato, la F488 GTE EVO del team Rinaldi Racing guidata da Gabriele Lancieri, Pierre Ehret e Nicolas Varrone. Hanno lo stesso punteggio anche le due Aston Martin Vantage AMR del Team Oman Racing With TF Sport.

La rappresentanza di piloti italiani al via della 4 Ore di Monza sarà rilevante, con ben 12 driver. Oltre ai già citati Colombo e Lancieri, in vetta alla classifica nelle loro classi, tra le LMP2 va segnalata la partecipazione di Alessio Rovera nel Team AF Corse e di Sergio Campana e Francesco Dracone nel team BHK Motorsport.

La bandiera italiana spicca poi anche tra le LMGTE, categoria che conta ben otto driver nostrani. Fabrizio Crestani corre per Rinaldi Racing, mentre Lorenzo Ferrari e Gianmaria Bruni andranno a completare, insieme a Christian Reid, lo schieramento di una delle due vetture del team Proton Competition. Giacomo Petrobelli sarà invece in pista per JMW Motorsport, mentre Iron Lynx presenta un trittico formato da Claudio Schiavoni, Matteo Cressoni e Davide Rigon.

L’attività di pista inizierà già domani, giovedì, con i Collective Test sia per i piloti dell’ELMS che per quelli della Michelin Le Mans Cup. I 42 equipaggi dell’ELMS hanno in programma due sessioni di free practice, una venerdì alle 11:40 e l’altra sabato alle 9. Il poleman si deciderà con tre manche di qualifica, una per ciascuna delle tre categorie, da 10 minuti ciascuna. Le LMGTE entreranno in azione sabato alle 13:40, seguite dalle LMP3 alle 14 e dalle LMP2 alle 14:20. La gara scatterà invece domenica alle 11:30.

L’Inno d’Italia che precederà lo spegnimento del semaforo sarà intonato da Carola Campagna, talento emergente del panorama musicale italiano che ha dimostrato la sua bravura nei talent All Together Now di Canale 5 e The Voice di Rai2. Darà invece lo start e sventolerà la bandiera a scacchi finale lo youtuber e influencer Davide Cironi. Anche il pubblico potrà stare a stretto contatto con le vetture e i piloti. Quest’ultimi concederanno ai fan degli autografi alle 9:30 di domenica nella pitlane mentre alle 10:35 sarà possibile per tutti i tifosi entrare in griglia di partenza.

Fitto anche il programma delle serie di supporto, con le gare di Ligier European Series, Mitjet Italia e Michelin Le Mans Cup. I piloti della Ligier European Series, campionato monomarca giunto alla sua terza edizione, correranno nel Tempio della Velocità due gare (da 60 minuti + 1 giro) rispettivamente alle 11:25 e alle 14:50 di sabato. Ben quattro le corse per la Mitjet Italia: due sabato (alle 10:45 e alle 16:10) e due domenica (alle 9 e alle 16), di 20 minuti. Si sfideranno invece solo una volta le vetture della Michelin Le Mans Cup con una competizione di 110 minuti al via alle 17:10.

Il pubblico potrà accedere in Circuito gratuitamente nella giornata di venerdì 1 luglio, pagando solamente il parcheggio interno, mentre è previsto l’acquisto del biglietto per il sabato e per la domenica. I tifosi potranno accedere inoltre alla Fan Zone situata nell’area Garden dove saranno installati giochi, simulatori di guida, visori per la realtà aumentata e i corner con il merchandising del campionato e dell’Autodromo. Sarà ampia anche la scelta di street food grazie all’area ristoro. Il programma completo dell’evento e maggiori informazioni sono sulla pagina dedicata ELMS - 4 Hours of Monza. (f.m.)


Time Attack Series, battaglie alla ricerca del giro veloce all’Autodromo Nazionale Monza

I piloti si sfideranno nel Tempio della Velocità per il quarto appuntamento stagionale del Campionato e cercheranno di insidiare il primo posto in classifica assoluta di Olivia Merlini. Il pubblico accederà gratuitamente in Circuito.

Si spengono i semafori per le vetture del Time Attack Series all’Autodromo Nazionale Monza. Venerdì 24 e sabato 25 giugno i piloti della serie italiana torneranno nel Tempio della Velocità per sfidarsi alla ricerca del giro veloce, dando così vita al quarto appuntamento stagionale del Campionato, dopo quelli di Misano, del Red Bull Ring in Austria e di Vallelunga. La giornata del 24 sarà dedicata alle prove libere, mentre dalle ore 9 di sabato 25 scatteranno le qualifiche e le gare delle varie categorie.

In vetta alla classifica assoluta ci sono attualmente due Mitsubishi Lancer Evolution X, con Olivia Merlini che precede di 60 lunghezze Serse Zeli, vincitore delle ultime quattro edizioni della serie organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano. Entrambi i piloti gareggiano nella categoria maggiore, la Proto+. Ben più distaccato si trova invece Marco Iacoangeli su BMW Z4 GT3, attualmente a oltre 200 punti dal leader.

Sarà battaglia anche per conquistare la vittoria nelle singole classi in gara. Oltre alla Proto, si sfideranno infatti sul tracciato brianzolo i bolidi delle tre categorie Extreme – tra Extreme, Extreme GT e Extreme Turbo – delle classi PRO – con PRO 2000, PRO 3000, Pro 3700, Pro XL – delle classi Supercar, Street e Street Limited, che vedranno in pista vetture quali Toyota Yaris GR, Honda Civic Type R e BMW M2 Competition – e delle classi Pocket Rocket, Super 2000 e Clubman - per una giornata di imperdibili battaglie sportive anche per il pubblico presente in Circuito.

Gli spettatori potranno infatti seguire dal vivo l’evento direttamente dalle tribune del Tempio della Velocità. L’ingresso sarà gratuito, mentre si pagherà il parcheggio, con un costo di 10 euro per singola auto e di 5 euro per ogni moto. Saranno inoltre aperti lo shop del Circuito – fornito di prodotti di abbigliamento e accessori dell’Autodromo Nazionale Monza – e il JustSpeed Monza Karting, situato nel piazzale interno della Curva Parabolica - Alboreto e dotato di un’area lounge bar nella quale rinfrescarsi dopo aver guidato sui veloci kart del Tempio della Velocità. Ulteriori informazioni e il programma completo sono disponibili sul sito www.monzanet.it.